sabato 27 maggio 2017
 
Home  >  Recensioni
 

Osterie d’Italia 2017

  • Autore:

    Marco Bolasco ed Eugenio Signoroni


  • Titolo:

    Osterie d’Italia 2017


  • Editore:

    Slow food editore


  • Pagine:

    896


  • Prezzo:

    22 €


Gennaio 2017 - È arrivata Osterie d’Italia 2017: riflettori su accoglienza e ospitalità... Presentata alla Reggia di Venaria la nuova guida annuale.
«Ritrovare l'osteria come luogo in cui si sta bene»: si è aperta con le parole del curatore Eugenio Signoroni la presentazione di Osterie d'Italia 2017. Parole dirette e semplici, come la nuova strada che quest'anno ha imboccato la guida: «Abbiamo deciso di puntare sulla riscoperta dei locali autentici e, soprattutto, sull'accoglienza e l'ospitalità, il vero segno di riconoscimento che contraddistingue gli indirizzi presenti in Osterie d'Italia». Con questa nuova edizione desideriamo rimanere il più fedeli possibile al concetto di osteria. Per questo abbiamo scelto di ridurre notevolmente le pagine della guida e raccontare, invece, tutti quei locali che racchiudono in sé l’idea tradizionale: luoghi informali, semplici, accoglienti e la cui cucina si rifà alla tradizione». Marco Bolasco ed Eugenio Signoroni, curatori della guida, commentano così l’edizione numero 27 di Osterie dItalia. «Per raggiungere questo risultato è stato fondamentale, come sempre, il supporto degli oltre 300 collaboratori sul territorio, che segnalano i locali più caratteristici e autentici». Un volume tutto nuovo che si interroga sul lessico dell’osteria e cerca di individuare quelle che aderiscono maggiormente alla definizione canonica.
 
«Quello che proponete nei vostri ristoranti e nelle vostre osterie è quel tipo di cibo che Slow Food vuole nella ristorazione – ha affermato il Presidente di Slow Food Italia Gaetano Pascale –. Il cibo è un diritto e per questo deve rispettare la qualità ed essere venduto al giusto prezzo, per essere accessibile a tutti. Voi osti rappresentate un'avanguardia e un'opportunità per la ristorazione del nostro Paese, e per questo vi chiediamo di farvi portavoce di nuove modalità di distribuzione del cibo». Sulla stessa linea il messaggio di Carlo Petrini: «Il futuro è l'alleanza tra ristoratori, mondo contadino e cittadini. E sono proprio...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969