venerdì 06 dicembre 2019
 
Home  >  Nazioni
 

Africa » Ciad

Il Ciad è una repubblica dell'Africa Centrale che confina :
- a nord con la Libia, a est col Sudan
- a sudovest col Camerun e la Nigeria
- a ovest col Niger
- a sud con la Repubblica Centrafricana.

Si estende su una superficie di 1.284.000 km2 e ha una popolazione che sfiora i dieci milioni di abitanti, per una densità di 7,2 ab/km2.
La capitale è N'Djamena, le lingue ufficiali sono Francese e Arabo e la valuta è il Franco CFA.
Il Ciad si trova su una zona geografica di transizione tra la regione del Maghreb e l'Africa subsahariana, ed è suddiviso in tre diverse regioni:
- il deserto del Sahara
- il Sahel, zona semidesertica
- la regione del Sudan.

La sezione settentrionale del paese, compresa nel deserto del Sahara, presenta un massiccio montuoso di origine vulcanica: il Tibesti. Il picco di questa formazione è rappresentato dai 3.315 m dell'Emi Koussi. Nella parte orientale della regione si estende invece la depressione del bacino del Bodélé.
La zona del Sahel è dominata dal profilarsi dell'ampio bacino del lago Ciad, che gradualmente digrada verso sud.
Nell'area meridionale, infine, si estende una parte del Sudan, prossimo alla fascia equatoriale; questa regione è in gran parte pianeggiante ed è caratterizzata dalla presenza del lago Ciad (posto a nord-ovest, a un'altitudine di 281 m sul livello del mare), alimentato dal fiume Chari e dai suoi affluenti, che delimitano un'area fertile a sud-ovest del territorio.

Durante l'anno si alternano tre stagioni: da marzo a giugno il clima è secco, luglio a ottobre umido, mentre è relativamente fresco da novembre a febbraio. Nel nord, desertico, le precipitazioni annue sono quasi assenti e le temperature sono estremamente elevate di giorno e fredde di notte. Il sud presenta un clima tropicale, con abbondanti precipitazioni ed escursioni termiche annuali e giornaliere attenuate. La temperatura media diurna a N'Djamena varia dai 33 °C in dicembre (14 °C la notturna) ai 42 °C in aprile (23 °C la notturna).

La popolazione del Ciad è estremamente variegata, e sono presenti più di duecento etnie. Il nord e il centro del paese sono abitati da popolazioni di allevatori nomadi o seminomadi (nell'area del Tibesti i tebu, nel Sahel i teda, i daza e gli zaghawa), commistione tra genti berbere, arabe e sudanesi. Nella regione meridionale prevalgono i sudanesi, stanziali e dediti all'agricoltura; sul massiccio del Guéra risiedono gli hadjerai, popolazione negride arcaica.
Le popolazioni del nord e del centro sono di religione musulmana (50%), con commistioni di credenze animiste. Nella regione del Sudan si è affermata in parte la religione cristiana (7%), soprattutto cattolica, ed è diffuso l'animismo (43%).
Sebbene lo sfruttamento del territorio si limiti al 2,9%, l'agricoltura resta la risorsa economica principale del paese. I prodotti locali sono esclusivamente destinati al fabbisogno alimentare interno; il cotone, coltivato nel sud, è invece la fonte principale delle esportazioni.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969