venerdì 06 dicembre 2019
 
Home  >  Nazioni
 

Africa » Etiopia

Storicamente nota anche come Abissinia, l'Etiopia è uno Stato dell'Africa orientale che vanta un'identità plurimillenaria (è considerato il più antico stato africano).

Unico fra gli stati africani, la monarchia etiope conservò la sua indipendenza durante tutto il periodo coloniale, fatta eccezione per l'occupazione italiana (1936-1941).
La sua storia affonda le radici in epoca preistorica; tracce di popolazioni (prevalentemente legate alle culture del Medio Oriente come i Sabei e gli Ebrei) nella regione risalgono al II millennio a.C.
Il primo regno importante dell'Etiopia di cui si abbiano notizie certe è quello di Axum, sorto fra il IV e il I secolo a.C.; un regno che intorno al 970 la regina Gudit contribuì a far crollare. All'inizio del basso medioevo nacque il regno di etiopia, unico baluardo cristiano in Africa. La fine del XIX secolo fu segnata dall'inizio della colonizzazione europea: nel 1870 il porto di Assab, l'entrata meridionale del Mar Rosso, fu comprato da una compagnia italiana come cessione di un sultano locale. Questo evento pose le basi per la fondazione di una colonia italiana in Eritrea.

La successiva espansione verso l'interno portò ad un conflitto con l'impero etiope e alla battaglia di Adua del 1896 (con la vittoria dell'esercito etiope). Con l'apertura del canale di Suez però aumentò l'interesse europeo per il Paese. Il 3 ottobre 1935 l'Italia attaccò, senza dichiarazione di guerra, l'impero etiope spingendosi fino alla capitale Addis Abeba. L'Etiopia venne annessa all'impero coloniale italiano nell'Africa Orientale Italiana fino al 1941, quando fu liberata dagli inglesi. Nel 1974 una giunta militare, il Derg, depose l'imperatore Haile Selassie (in carica dal 1930) per creare un regime socialista. La caristia del biennio 1984-1985, unita al golpe, alle rivolte e alla siccità, mise il Paese in ginocchio favorendo una coalizione di forze ribelli nel 1991. Nel 1994 venne eletta un'Assemblea Costituente e le prime elezioni multipartitiche si tennero nel 1995.
Dal punto di vista geografico, la secessione dell'Eritrea (1993) ha privato il paese di uno sbocco sul Mar Rosso.
Infatti gran parte dell'Etiopia si trova nel Corno d'Africa dove si trovano montagne (Acrocoro Etiopico) e disconnessi altopiani divisi dalla Rift Valley, che percorre la parte sud-orientale e nord-orientale del paese ed è circondata da bassopiani, steppe e semi-deserto.

La grande diversità del territorio determina grande varietà di clima, terreno, vegetazione naturale e aree abitate. I principali laghi sono l'Abaya e il Tana.
La temperatura media di Addis Abeba è di circa 15°C in dicembre e di circa 18°C in maggio. Luglio e agosto, i mesi delle grandi piogge, hanno temperature medie intorno ai 15-16 gradi (minime intorno agli 11). Le minime più basse (5-6 gradi C) si hanno in novembre e dicembre. La piovosità annua media è di circa 1200 mm. (minima da novembre a gennaio, massima da giugno a settembre).
La moneta utilizzata è il Birr etiope..

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969