venerdì 06 dicembre 2019
 
Home  >  Nazioni
 

Africa » Mauritania

Mauritania (nome ufficiale Al-Jumhūrīya al-Islāmīya al-Mūritanīya, Repubblica islamica di Mauritania), stato dell'Africa nordoccidentale, delimitato a nord dal Sahara Occidentale e dall'Algeria, a sud e a est dal Mali, a sud dal Senegal, a ovest dall'oceano Atlantico.

Il paese ha una superficie di 1.031.000 km² e un'estensione costiera di 754 km. La capitale è Nouakchott, la Valuta l'Ouguiya.
A eccezione di una stretta fascia meridionale lungo il fiume Senegal (l'unico a regime permanente, che segna il confine con lo stato omonimo), l'aspetto morfologico del paese è dominato dalla copertura sabbiosa del deserto del Sahara (40% del territorio).
L'altitudine varia da 150 m, nel sud-ovest, a 460 m, nel nord-est.
Le temperature diurne raggiungono, in gran parte del paese, i 38 °C per più di sei mesi l'anno, ma le notti sono generalmente fresche. La media annua delle precipitazioni è inferiore ai 130 mm, tranne nella valle del Senegal dove raggiunge i 650 mm. Si teme che siano in corso cambiamenti climatici che causeranno l'avanzata del deserto verso sud, la diminuzione delle precipitazioni e la conseguente perdita di fertilità della sezione meridionale del paese (il principale polo produttivo agricolo), attualmente soggetta a inondazioni stagionali del fiume Senegal.

La grande maggioranza della popolazione è costituita da mauri (80% circa, di discendenza arabo-berbera), molti dei quali praticano tuttora il nomadismo; nella valle del Senegal sono stanziati gruppi sudanesi (20% circa) come i wolof, i soninke e i fulani.
La popolazione complessiva del paese è di 3.270.065 abitanti (2007); la densità media è di 3,2 unità per km², ma il popolamento è in effetti molto maggiore nelle regioni meridionali, mentre gran parte di quelle settentrionali sono pressoché disabitate, eccetto che per esigui gruppi nomadi. Il 64% della popolazione vive in centri urbani.

La lingua ufficiale è l'arabo
; alcune lingue africane, com il poular, il wolof e il soninke, sono riconosciute come lingue nazionali; il francese è molto diffuso. L'Islam è religione di stato, ed è praticato dal 99% della popolazione.
La rete stradale si estende per 7.660 km, di cui l'11% è asfaltato (1999) e comprende l'autostrada transmauritana, inaugurata nel 1978. L'unica ferrovia (690 km nel 1990) collega Nouâdhibou ai giacimenti di Fdérik.

Di una certa rilevanza sono i porti e gli aeroporti internazionali di Nouâdhibou e Nouakchott.
Fortemente dipendente dagli aiuti stranieri, l'economia del paese si basa perlopiù sull'allevamento, soprattutto di ovini, caprini, bovini e dromedari. Le colture sono confinate essenzialmente nella valle del fiume Senegal e nelle poche oasi, e comprendono miglio, legumi, riso, patate, datteri, arachidi e mais. Notevole è il patrimonio ittico, che ha indotto il governo ad adottare misure a tutela delle aree pescose al largo della costa.

L'espansione del settore industriale, basato sulla lavorazione di prodotti ittici e lattiero-caseari, ha determinato un aumento delle esportazioni di pesce, che oggi coprono gran parte delle entrate provenienti dall'estero. Anche il settore estrattivo è in fase d'espansione; la più importante risorsa mineraria (nonché economica) è rappresentata dai vasti depositi di ferro scoperti nella zona di Fdérik, ma si producono anche fosfati, zolfo, rame, sale e gesso.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969