venerdì 06 dicembre 2019
 
Home  >  Recensioni
 

L’ombra del vento su Barcellona

  • Autore:

    Carlos Ruiz Zafón


  • Titolo:

    L’ombra del vento su Barcellona


  • Editore:

    Mondadori


  • Pagine:

    439


  • Prezzo:

    13 €


Aprile 2013
L’ombra del vento” sembra essere il titolo di questo marzo pazzerello e non solo del primo romanzo di Carlos Ruiz Zafón, che rapisce subito il lettore con queste parole: “Ricordo ancora il mattino in cui mio padre mi fece conoscere il Cimitero dei Libri Dimenticati. Erano i primi giorni dell'estate del 1945 e noi passeggiavamo per le strade di una Barcellona intrappolata sotto cieli di cenere e un sole vaporoso che si spandeva sulla Rambla de Santa Monica in una ghirlanda di rame liquido”.

Nel 2001, l’autore presenta una Barcellona colorata di mistero, illuminata dalla luce che si riflette nella pioggia e da un cielo grigio che getta ombre su strade che sembrano schiudere un mondo tanto invisibile e sconosciuto quanto reale. In quest’atmosfera, sorprendente per tutti coloro che immaginano il capoluogo della Catalogna come meta per un fine settimana di sole, si svolgono le vicende de “L’ombra del vento”, del suo narratore Daniel e di un libro da salvare dall’oblio, che gli apre le porte di un mondo di segreti ed enigmi. Sullo sfondo di una città decadente, marcata dalla guerra civile e dal franchismo, amore, morte, amicizia, lealtà e follia creano un magico intreccio che unisce la vita del protagonista allo spirito eterno del romanzo che ha scelto di adottare.

I passi di Daniel per le vie della città sono un richiamo irresistibile, che invita a perdersi tra le mura di case e palazzi, per carpire l’anima di una Barcellona sconosciuta ai più, che solo un cielo cupo può rendere accessibile…

Gilda Lomonte

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969