venerdì 06 dicembre 2019
 
Home  >  Recensioni
 

Scopriamo la città di Nantucket dal romanzo 'Moby Dick'

  • Autore:

    Herman Melville


  • Titolo:

    Scopriamo la città di Nantucket dal romanzo 'Moby Dick'


  • Editore:

    Newton Compton


  • Pagine:

    444


  • Prezzo:

    6 €


Novembre 2014  - “I classici sono noiosi” pare essere ciò che molti pensano. Forse il termine “classico” dà l’idea di qualcosa di serio e datato, come appaiono le letture scolastiche obbligatorie, ma superare questi preconcetti consente di partire alla conquista di nuovi mondi e di immergersi in avventure irripetibili.

Ecco cosa significa cominciare la lettura di Moby Dick, scoprendo (ad esempio) Nantucket. È da quest’isola situata una cinquantina di km a sud di Cape Cod, nello stato del Massachusetts, che Melville fa salpare il Pequod con a bordo Ismaele (il narratore), Queequeg e il capitano Achab, tra gli altri. Riflessioni e narrazioni fanno da sfondo a Moby Dick e al destino dei personaggi: un destino legato a Nantucket, almeno quanto quest’isola lo è alle balene, come dimostra il Whaling Museum, per citare solo uno dei musei locali.

Nantucket è una nota meta turistica e di villeggiatura estiva, nonché un “distretto storico nazionale”, in virtù della presenza di strutture precedenti alla Guerra Civile, una delle più folte degli Stati Uniti. Una visita non può tralasciarela Jethro Coffin House, nota come “Oldest House” e costruita nel 1686: è l’edificio più antico dell’isola situato nella location originaria, nonché l’unica struttura sopravvissuta dell’insediamento inglese del 17° secolo.

Tra i fari dell’isola in funzione ancora oggi, spiccano Brant Point Light (risalente al 1746), Sankaty Head Light (costruito nel 1850) e Great Point Light (edificato in legno nel 1784 e distrutto e ricostruito più volte in seguito a un incendio e a una tempesta); i primi due fanno parte del registro nazionale delle località storiche.

Infine, Nantucket offre anche innumerevoli possibilità di relax tra paesaggi romantici e naturali, con spiagge affacciate su distese di acqua cristallina a fare da sfondo e sentieri da percorrere a piedi o in bicicletta, che possono completare una vacanza all’insegna della cultura, immersa in una suggestiva atmosfera pregna di storia e letteratura.

Gilda Lomonte

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969