sabato 07 dicembre 2019
 
Home  >  Nazioni
 

Africa » Seychelles

Seychelles (nome ufficiale Repiblik Sesel, Repubblica di Seychelles), stato insulare indipendente nell'ambito del Commonwealth, comprendente 115 isole situate in Africa, nell'oceano Indiano occidentale, a nord-est del Madagascar.

Il paese ha una superficie totale di 454 km² e un'estensione costiera di 491 km. La capitale è Victoria, nell'isola di Mahé.

L'arcipelago include il gruppo di Mahé, a nord, e un gruppo di isole pianeggianti e coralline a sud. Le isole del gruppo di Mahé (una quarantina circa) sono costituite da rocce granitiche e nelle aree interne presentano rilievi che raggiungono i 900 m di altitudine. Tutte le isole maggiori appartengono a questo gruppo: l'isola di Mahé, la più estesa, Praslin, Silhouette e La Digue.

Le isole coralline a sud sono per la maggior parte disabitate e prive di fonti di acqua dolce.

Il più grave problema ambientale delle Seychelles è la mancanza di risorse idriche in quasi tutto il territorio; le uniche riserve d'acqua derivano dalla raccolta di acqua piovana. La quasi totalità del paese è territorio protetto; ci sono numerose riserve naturali, tra cui parchi marini per la salvaguardia delle tartarughe giganti e delle testuggini verdi (vedi Cheloni).

Sull'isola di Praslin si trova il Parco nazionale Sainte Anne. Il paese possiede due World Heritage Sites (luoghi patrimonio dell'umanità): la riserva naturale Vallèe de Mai e l'atollo di Aldabra. Il governo delle Seychelles ha ratificato accordi internazionali sull'ambiente in materia di biodiversità, desertificazione, eliminazione degli scarichi in mare, protezione dell'ozonosfera e specie in via d'estinzione.

Nel 2007 le Seychelles avevano una popolazione di 81.895 abitanti, che per il 90% circa risiede sull'isola di Mahé, dove si trova Victoria, capitale e porto principale del paese. Gran parte della popolazione è composta da creoli di origine francese; le isole sono inoltre abitate da minoranze di indiani e cinesi.
Le lingue ufficiali erano l'inglese e il francese fino al 1981, quando furono sostituite dal più diffuso dialetto creolo-francese; circa il 90% degli abitanti professa la religione cattolica.

Il commercio si basa sull'importazione e sulla rivendita di petrolio principalmente alle flotte da pesca straniere. Altri prodotti destinati all'esportazione sono il pesce, la copra e la cannella.
Per il consumo interno vengono invece coltivate numerose specie di alberi da frutto, ma il riso, fondamentale per l'alimentazione del paese, deve essere importato. Nel 2003 il valore totale delle esportazioni fu di 274 milioni di $ USA, a fronte di importazioni per 412 milioni di $ USA.

L'unità monetaria nazionale è la rupia delle Seychelles.Il turismo è un'attività in rapida crescita, presso le Seychelles, e sembra destinata a sostituire presto, almeno in parte, i ricavi derivanti dalla pesca e dalle attività manifatturiere.
La maggior parte dei visitatori viene da questi paesi: 20% Francia, 19% Germania, 16% Regno Unito, 45% altri.
La capitale dispone di un aeroporto internazionale con pista adatta all'atterraggio di grandi aerei.
Di particolare interesse turistico sono le specie volatili, numerosissime e rare, le tartarughe terrestri giganti e il coco-de-mer, un cocco che ha la forma di bacino femminile e la cui pasta interna è considerata afrodisiaca (la sua esportazione è controllata severamente)
Nelle isole non sono presenti animali velenosi o particolarmente pericolosi.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969