venerdì 06 dicembre 2019
 
Home  >  Nazioni
 

Africa » Uganda

Stato che si estende su 236.040 chilometri quadrati con capitale Kampala, la Repubblica dell'Uganda appartiene all'Africa Orientale.
Confina :
- a nord con il Sudan
- a est con il Kenia
- a sud con la Tanzania e il Ruanda
- a ovest con la Repubblica Democratica del Congo.

La parte meridionale del territorio comprende una parte sostanziosa del Lago Vittoria, che, per il resto, appartiene a Kenia e Tanzania.
Il suo nome deriva dall'antico regno Buganda, che comprendeva la sezione meridionale del paese, inclusa la capitale Kampala.
Le lingue ufficiali sono l'inglese e lo swahili. La moneta utilizzata è lo scellino ugandese.

La sua stria è stata piuttosto travagliata: la più antica etnia insediata è quella Twa (un popolo di pigmei), circa 2000 anni fa, che però fu cacciata dalle popolazioni di Bantu, anche se i conflitti fra le due etnie confinanti proseguirono per molto tempo.
A partire dal XV secolo e prevalentemente nell'area meridionale si formarono dei regni, il più noto è quello di Buganda. Nel XIX secolo gli arabi, attratti dal commercio di avorio e schiavi, formarono una fitta rete di avamposti commerciali sia nell'area dell'Africa orientale sia in quella dei Grandi Laghi, ma l'epoca coloniale iniziò intorno al 1860 con l'arrivo degli esploratori britannici John Hanning Speke e James Augustus Grant che scoprirono le sorgenti del Nilo, nello stesso periodo iniziò la colonizzazione europea dell'Africa orientale. I primi ad insediarsi nella regione furono i missionari protestanti nel 1877 seguiti dai cattolici nel 1879, che in tempi molto brevi riuscirono a convertire diversi gruppi di popolazione.

L'Uganda, nel 1888, fu posta sotto il controllo della Compagnia britannica dell'Africa Orientale e nel 1894 divenne un protettorato britannico. Lo rimase fino al 1962, anno dell'indipendenza. Durante questo periodo furono poste le basi per la grande divisione del paese, tra le zone a nord e al sud del fiume Nilo. Negli anni cinquanta iniziò un processo di democratizzazione del paese, nacquero i partiti politici e il congresso. Il 9 ottobre 1962 il paese divenne indipendente. Al momento dell'indipendenza nel 1962 la costituzione prevedeva un sistema semi-federale, che concedeva sufficiente spazio alle élite politiche tradizionali. Il delicato equilibrio tra il re del Buganda, primo Presidente del paese, e il suo primo ministro Milton Obote, un lango del nord, durò poco e già nel 1966 Obote prese d'assalto con l'esercito il palazzo presidenziale.

Dal punto di vista geografico, il territorio è caratterizzato dalla presenza di numerosi laghi, fiumi (il più importante dei quali è il Nilo bianco), foreste equatoriali e savane. Nella parte meridionale è attraversato dall'Equatore. La superficie complessiva è pari a 241.038 km², 36.330 dei quali sono acque interne. Gran parte del paese è situato su un altopiano a circa 1000 m s.l.m. con un clima piuttosto ricco di precipitazioni, solo la parte settentrionale è semiarida. Il punto meno elevato del paese è in corrispondenza del basso corso del Nilo a circa 610 m s.l.m. mentre la vetta più elevata è la Cima Margherita (anche chiamato Monte Stanley, 5.110 m s.l.m.) nella catena del Ruwenzori.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969