venerdì 06 dicembre 2019
 
Home  >  Nazioni
 

America meridionale » Uruguay

La Repubblica dell'Uruguay è delimitata a nord e a est dal Brasile, a ovest dall'Argentina, a sud-est dall'oceano Atlantico e a sud dal Rio de la Plata; il confine occidentale è segnato dal fiume Uruguay.

Il paese ha una superficie di 176.215 km quadrati e un'estensione costiera di 660 km. La capitale è Montevideo.
Il Paese ha un clima temperato, che risente degli influssi oceanici.
La temperatura media è di 22,7 gradi nei mesi caldi (gennaio e febbraio) e di 11 fradi in luglio. Le precipitazioni, distribuite in maniera omogenea, raggiungono una media annua di 890 mm. Forti venti freddi, detti pamperos, soffiano da sud-ovest nei mesi invernali australi (luglio e agosto). La lingua ufficiale è lo spagnolo. Circa il 65% della popolazione è di religione cattolica; vi sono minoranze di ebrei e protestanti.

Si presume che il territorio dell'attuale Uruguay fosse abitato fin dal VII millennio a.C. da piccoli gruppi di popolazioni nomadi, la prima popolazione stanziale furono i Charrúas. La storia ufficiale inizia nel 1516 quando, secondo le cronache spagnole Juan Díaz de Solís raggiunse la foce del Río de la Plata scoprendo il paese, la versione portoghese vuole che la foce fosse stata scoperta due anni prima da esploratori portoghesi. Il primo insediamento stabile fu fondato nel 1624 a Soriano (sulle rive del Río Negro), l'epoca successiva fu caratterizzata da costanti scontri con i portoghesi che rivendicavano la sovranità sul territorio.

Del 1726 è la fondazione di Montevideo. Nel novembre 2007 l'Uruguay è stato il primo paese dell'America Latina e il secondo dell'intero continente americano a riconoscere, a livello nazionale, le unioni civili tra individui di uguale sesso. La valuta è il Peso Uruguagio.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969