venerdì 06 dicembre 2019
 
Home  >  Sport
 

​Juve che rimonta, Milan che risalita

Marzo 2019 - La Juve prima del match di ritorno dell'Allianz Stadium, era come un paziente in stato di coma irreversibile, con un Allegri in subbuglio che ostentava tranquillità, sperando che CR7, gli levasse le castagne dal fuoco.
Il portoghese con una tripletta e una prova superba dei suoi compagni hanno sovvertito il il 2-0 dell'andata contro l'Atletico. Restando in corsa per arrivare al tappone finale di Madrid e per provare a riportare a casa, quella coppa che manca da ormai ventitre anni.
Nel mezzo ben cinque finali perse, il portoghese è stato preso per questo, dato che il campionato è terminato a dicembre. L'enorme vantaggio sul Napoli, fa si che per i bianconeri le prossime partite saranno poco  più che amichevoli, e sicuramente ci scapperà qualche sconfitta inaspettata.

Una rivelazione di questo inizio 2019, è il Milan. Gattuso si è trasformato nel mago Silvan, estrando da un cilindro un sorprendente coniglio. Gli innesti si sono rilevati azzeccati, Paquetà in mezzo al campo ha dato qualità, con  Piatek invece si è trovato  quel centravanti che mancava da anni, il pistolero arrivato da Genova a colpi di "pum-pum" è diventato l'idolo della sud. Oltre al milanismo che Gattuso ha trasmesso ai rossoneri. La presenza di Paolo Maldini, ha infondato sicurezza alla squadra e coloro che ne hanno giovato, sono Musacchio e Romagnoli i quali con le loro iniziali hanno eretto un muro difensivo invalicabile. La presenza di Leonardo nel settore tecnico ha ridato uno spessore che negli ultimi anni al Milan è mancata. Se il diavolo dovesse centrare l'obiettivo minimo,...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969