sabato 07 dicembre 2019
 
Home  >  Sport
 

Il Milan rinasce, la Francia vince il mondiale ma... che colpo la Juve con CR7!

Agosto/settembre 2018 -  Il Milan come l'Araba Fenice è risorto dalle ceneri lasciate da Lee e dai suoi soci di sventura, Fassone e Mirabelli, sopratutto il primo che vorrebbe 10 milioni di buonauscita...come premio produzione.
Ora con il fondo Elliot (Paul Singer), il nuovo diavolo sembrerebbe piu' solido, con a capo l'ex presidente dell'Eni: Paolo Scaroni (presidente protempore), Leonardo tornato in pompa magna come direttore tecnico. Il brasiliano dopo anni di apprendistato con Galliani ora mette in pratica le competenze acquisite. In panchina confermato Gattuso, a guidare una squadra simile a quella stagione passata, con un Caldara e Higuain in più e un Bonucci in meno.
In casa Juve è tornato il figliol prodigo Bonucci, smanioso di tornare a casa, dopo l'esilio dorato di Milano,con annessa fascia di capitano al braccio. Attratto dal colpo dell'estate, CR7 arrivato in Italia a dare lustro al nostro campionato. L'ultima grande star fu Ronaldinho nel 2008, arrivato dal Barcellona al Milan.
L'Inter con Naingollan, Politano e la banda croata, alla quale potrebbe aggiungersi Modric, anche se il rapporto maggiormente rafforzato dai nerazzurri è la difesa. Gli arrivi in blocco di Versaliko,Asamoah e De Vrij ne sono la prova tangibile, senza di menticare Lautaro Matinez, nuovo attaccante connazionale di Icardi.
Per concludere complimenti alla Francia multietnica, campione del mondo a Russia 2018, una lezione di integrazione, dalla quale Salvini potrebbe imparare come gli immigrati non siano merce, ma bensì risorse se venissero ben integrati. Una nazionale che ha in rosa il futuro numero 10 dei numeri 10, Mbappè, guarda caso anche'egli di colore e chi lo andrebbe a dire al...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969