lunedì 26 agosto 2019
 
 
Indietro  Pagina 1 di 13  Avanti

Enogastronomia

Agosto/settembre 2019 – Da venerdì 30 agosto a domenica 1° settembre le #trentinowinefest (http://www.ilgiornaledeiviaggi.it/150-serate-evento-per-la-strada-del-vino-e-dei-sapori-del-trentino-2019.html) fanno tappa a Mezzocorona, nella Piana Rotaliana, per una kermesse che, di anno in anno, si dimostra sempre più amata e attesa: per tre giorni “il Principe dei vini trentini”, il Teroldego Rotaliano, sarà protagonista di un evento che propone degustazioni, buona cucina, musica, arte e intrattenimento.
Settembre Rotaliano-Alla scoperta del Teroldego, è la manifestazione principale di fine estate, organizzata dalla Pro Loco di Mezzocorona con il supporto di Trentino Marketing e il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino. Sarà un weekend all’insegna innanzitutto delle degustazioni: per conoscere questo vino in tutte le sue declinazioni, basterà recarsi presso lo storico Palazzo Conti Martini, dove è in programma la 29° edizione della mostra Alla scoperta del Teroldego. Qui le cantine coinvolte proporranno un assaggio delle proprie etichette da approcciare sia in self tasting che attraverso incontri organizzati.
Durante la manifestazione ci sarà spazio anche per i distillati e per curiose iniziative come la degustazione “al buio” in cui i partecipanti saranno guidati da camerieri non vedenti. Lungo le vie della cittadina, inoltre, saranno allestite corti gastronomiche gestite dalle associazioni locali, in collaborazione con un nutrito gruppo di oltre 500 volontari, dove gustare il meglio della tradizione culinaria del luogo. Il tutto accompagnato da spettacoli itineranti, concerti, danze, sport, attività per i più piccoli e mostre.
Chi proprio non riuscirà a resistere fino a fine mese, potrà cominciare a scaldare i motori già dal 22 agosto con il ricco programma di A tutto Teroldego, che coinvolgerà tutto il territorio della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, dalla Valle dei Laghi a Riva del Garda, dalla Val di Cembra all'Altopiano di Piné, dalla Valsugana alla Vallagarina, dall'Altopiano della Paganella fino a Trento, senza dimenticare naturalmente la Piana Rotaliana. Con VendemmiAmo, invece, gli enocuriosi potranno partecipare fino a metà ottobre ad una vera vendemmia, abbinata ovviamente a passeggiate e pic nic nei vigneti e degustazioni di prodotti tipici, grazie all’iniziativa promossa dal Consorzio Turistico Piana Rotaliana Königsberg.
 
Veronica Elia

Luglio 2019 - La Polonia è la terra delle sorprese, il viaggio che non ti aspetti possa affascinarti in questo modo. Ricca di arte e cultura, con un suggestivo affaccio sul Mar Baltico, presenta anche una tradizione culinaria decisamente interessante, che racchiude in sé tutta la storia del territorio, ma che si sta man mano aprendo a nuove contaminazioni che nulla hanno da invidiare alla haute cuisine.
I promotori di questa nuova tendenza sono giovanissimi chef che vogliono valorizzare i sapori classici della tradizione contadina, con un “pizzico d’arte”!
Da qui nasce la sinergia tra l’Ente Nazionale Polacco per il Turismo e il gruppo Valica che con il portale
Ricette della Nonna.net ha partecipato ad un bellissimo blog tour che ha permesso di far conoscere non
solo i piatti della cucina polacca, ma anche le bellezze delle sue città, promuovendole in modo non
convenzionale e utilizzando i linguaggi tipici dei social, con la partecipazione della travel blogger Federica Piersimoni.
Ispirati da questa esperienza, l’Ente Nazionale Polacco per il Turismo e Ricette della Nonna.net hanno dato vita all’iniziativa #Polognam, un divertente contest su Instagram a tema culinario.
Per partecipare basta realizzare una delle ricette proposte, ognuna delle quali è associata ad una città polacca, fotografare il piatto realizzato e condividere la foto su Instagram, inserendo l’hashtag ufficiale del concorso, #Polognam, e la menzione a @polonia.travel.it. I post vanno condivisi entro il 15 luglio e per essere presi in considerazione devono ottenere almeno 20 like da parte di altri utenti. La persona selezionata sarà la protagonista di un emozionante viaggio di cinque giorni in Polonia, la quale racconterà la propria esperienza in un diario di viaggio multimediale sui social.
Le ricette nelle quali provare a cimentarsi sono tre:
 
Varsavia - Chlodnik
Una zuppa fredda a base di yogurt naturale o di kefir, ravanelli, cetriolo, uova sode e barbabietole, che
donano al preparato un curioso colore violaceo rendendolo il piatto perfetto per tavole allegre in vista
dell’estate. Per la ricetta completa: https://www.ricettedellanonna.net/chlodnik/
 
Cracovia – Pierogi
Piatto tipico della tradizione, può essere preparato sia in versione dolce, che salata. Assomiglia moltissimo ai nostri ravioli, ma si rifa alla ricchezza dei prodotti tipici della Polonia. Per la ricetta completa: https://www.ricettedellanonna.net/pierogi/
 
Danzica – Trota alla salsa di mele
Dalla Pomerania, terra di laghi e del Mar Baltico, arriva la trota salmonata alla salsa di mele, una ricetta
deliziosa e sorprendente che sfrutta tutta la ricchezza dei prodotti naturali della zona. Per la ricetta completa: https://www.ricettedellanonna.net/trota-alla-salsa-di-mele/
 
Veronica Elia

Giugno 2019 – Reinterpretare in chiave moderna la gastronomia italiana, è questa la filosofia della nuova cucina proposta dall’Executive Chef Fabrizio Borraccino de La Veranda, il ristorante del Four Season Hotel Milano.
L’offerta gastronomica dello chef abruzzese è pronta a rivelare nuove ricette regionali, realizzate con materie prime tradizionali ed esaltate attraverso estetiche essenziali e sapori autentici.
Per un pranzo leggero tra amici e colleghi, da gustare all’aperto nell’incantevole corte quattrocentesca dell’albergo, lo chef ha pensato a piatti quali la Tartare di manzo selezione Macelleria Damini con puntarelleCapperi di Pantelleria IGP e Parmigiano Reggiano DOPla toscana bresaola di razza Maremmana Podere Aia ColonnaPecorino di Pienza con giardiniera e infine il delicato Salmone Upstream delle Isole Fær Øer alla griglia, radicchio, spinacini e limone. Per le cene gourmet sono state invece concepite sofisticate portate come l’Animella di vitello con crema di pomodoro verdepapavero in foglie, briciole di pane e caviale Calvisius, il Risotto “Gran Gallo Riserva” carnaroli con robiola di capra, piselli, limone candito e capperi, il Maialino “Cinturello Orvietano” con cipollotto, rapa rossa acidula e salsa al timo. Al Four Season Hotel Milano, la filosofia gastronomica legata alla rivisitazione della tradizione è poi declinata durante tutti i vari momenti della giornata, dal room service al bar, dai meeting agli eventi, fino a contaminare anche le proposte vegetariane e vegane.
 
F. M.

 

Maggio 2019 – Il calendario enogastronomico, sempre fitto di appuntamenti, si fa via via più interessante grazie ai WineHunter Events, inaugurati lo scorso 26 e 27 gennaio con Wine&Siena. Questo format di eventi satellite, che da 25 anni rappresenta un’occasione unica per gli appassionati per incontrare i produttori e degustare le eccellenze italiane del settore, proseguirà con altri cinque appuntamenti tra maggio e giugno.
Si inizia da Monaco di Baviera (27 maggio) con il WineHunter München Gourmet’s Italia organizzato con Italcam, la Camera di Commercio Italo-Tedesca di Monaco di Baviera, presso la Künstlerhaus München, per poi trasferirsi a Zurigo (3 giugno) con il WineHunter Zürich, evento organizzato in collaborazione con il magazine europeo Vinum. Altro appuntamento a Vienna (17 giugno) con il WineHunter Wien presso il Museumquartier in pieno centro città e, infine, si sbarca negli Stati Uniti con la 6^ edizione del WineHunter USA Tour (3-5 Giugno), organizzato in collaborazione con Italy-America Chamber of Commerce of Texas, che quest’anno si svolge tra Houston e New Orleans.
Da settembre, invece, iniziano le Anteprime di Merano WineFestival, per cominciare a respirare l’atmosfera glamour ed elegante dell’atteso evento meranese di novembre. Anche in questo caso si tratta di cinque appuntamenti, tutti italiani, con inizio da Roma presso lo storico edificio dell’Acquario Romano, per poi proseguire a Merano all’Ippodromo cittadino. Novità del 2019 è l’anteprima a Milano, in occasione della Milano Wine Week. Per gli ultimi due appuntamenti si va a Lagundo e si torna poi a Merano per la Festa dell’Uva.
Questo lungo tour enogastronomico fa parte di un progetto sicuramente molto ambizioso, che si rispecchia nel motto “Excellence is an attitude”, il mantra di Helmuth Köcher, WineHunter e garante di eccellenza nel mondo vitivinicolo, il quale ha dichiarato: “Abbiamo grandi obiettivi per questo 2019, primo fra tutti quello di ampliare la partecipazione delle aziende internazionali presenti a Merano WineFestival, aumentando il numero di operatori presenti. Inoltre, vogliamo rafforzare la promozione dei WineHunter Events negli Stati Uniti e anche aprirci a nuovi orizzonti come la Svizzera e l’Oriente”.
 
Veronica Elia

Aprile 2019 - Anche per questo 2019 la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino annuncia il calendario delle manifestazioni enologiche provinciali, che si susseguiranno a partire dalla stagione primaverile fino al mese di dicembre con un totale di 150 giornate evento, ognuna identificata con l'hashtag #trentinowinefest.
L’obiettivo è senza dubbio quello di promuovere la conoscenza del territorio e il turismo enogastronomico con i suoi protagonisti: i vini Nosiola, Vino Santo, Müller Thurgau, Teroldego Rotaliano e Marzemino, lo spumante metodo classico Trentodoc, la grappa artigianale trentina e, ancora, formaggi, salumi, trote e salmerini, frutta, ortaggi e olio extravergine d’oliva; tutte eccellenze da assaporare immersi in scenari di assoluta bellezza tra Trento e Valsugana, Valle dell'Adige, Lago di Garda-Dolomiti di Brenta e Valle di Cembra.
 
Primavera
La bella stagione si apre con la decima edizione di DiVinNosiola, quando il vino si fa santo, articolata in numerose iniziative enogastronomiche, culturali e sportive in programma dal 28 marzo al 21 aprile, tra Trento e la Valle dei Laghi. Da non perdere in questa occasione il Trekking DiVinNosiola e il Rito della Spremitura delle uve appassite, oltre a DiVinNosiola Ecorunning, originale maratona tra i vigneti e le cantine del territorio. Contemporaneamente, da giovedì 11 a domenica 21 aprile, si terrà A tutto Nosiola, un calendario di iniziative a tema, organizzate su tutto il territorio di riferimento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino. Si prosegue, il 25 aprile, con  Di maso in maso… di vino in vino, giornata tra le Colline Avisiane di Lavis lungo la Strada provinciale del vino, intervallata da gustose tappe presso le caratteristiche abitazioni di campagna dove poter assaggiare vini, spumanti, succhi e birre artigianali, in abbinamento a piatti ed eccellenze del territorio. Dall'1 al 5 maggio tocca a Gemme di gusto, calendario di aperitivi, degustazioni e passeggiate naturalistiche in varie località del TrentinoIl 25 e il 26 maggio, invece, è la volta di Cantine Aperte, il tradizionale appuntamento del Movimento Turismo del Vino; dall'1 al 2 giugno seguirà la Rassegna del Vino Paesano, in Val di Non. L’1 giugno, inoltre, a Riva del Garda, ci sarà anche il Picnic dei Vignaioli, mentre venerdì 7 giugno, a Trento, il Wine Festival dell'Alta Vallagarina.
 
Estate
In primo piano troviamo Castelli diVini, esclusivi aperitivi estivi al castello, in programma gli ultimi venerdì dei mesi di giugno, luglio e agosto.
Da giovedì 4 a domenica 7 luglio l'affascinante Valle di Cembra ospita Müller Thurgau: Vino di Montagna, un'occasione unica per conoscere un territorio ricco di sorprese, tra degustazioni e aperitivi panoramici. La manifestazione, come di consueto, sarà preceduta su tutto il territorio di competenza della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino da A tutto Müller, dal 27 giugno al 7 luglio.
Il 10 agosto, a Madonna di Campiglio, si potranno poi ammirare le stelle accompagnati da un buon bicchiere di vino durante la manifestazione Calici di Stelle. Sul finire dell’estate, invece, avranno luogo Settembre Rotaliano-Alla scoperta del Teroldego di Mezzocorona A tutto Teroldego.
In Vallagarina, dal 6 all’8 settembre ci sarà inoltre la nuova edizione di Uva e dintorni, un evento dal sapore storico-medioevale, in cui il borgo si anima attraverso l'allestimento di corti gastronomiche, sfilate in costume e performance spettacolari. Da ricordare, negli stessi giorni, anche il Festival dell'Uva di Levico Terme, mentre il weekend successivo a Trento torna DOC-Denominazione di Origine Culturale, evento che celebra il connubio tra enogastronomia e cultura.
 
Autunno
Un calendario particolarmente ricco di eventi è quello autunnale. A Verla di Giovo, in Valle di Cembra, dal 20 al 22 settembre si celebra la Festa dell'Uva, un grande omaggio alla stagione della raccolta.
Il mese successivo è invece tutto incentrato su DiVin Ottobre, una serie di iniziative dedicate all'autunno, alla scoperta del territorio e alle eccellenze enogastronomiche stagionali, in programma in varie località del Trentino durante tutti i weekend del mese. Sabato 19 ottobre, per esempio, sarà la volta di Caneve Aperte, singolare cena itinerante lungo le vie del borgo di Cembra, alla scoperta di spumanti, vini, grappe e birre artigianali locali, in compagnia di concerti di musica di ogni genere.
Ad un mese di distanza, sabato 16 novembre, a Madruzzo e Vallelaghi, protagonista è invece il Reboro.
Con l'avvicinarsi del Natale, infine, dal 21 novembre all’8 dicembre, fa capolinea una nuova stuzzicante proposta food con prodotti 100% trentini durante la manifestazione Trentodoc Bollicine. Mentre, per celebrare al meglio anche la grappa locale, l'appuntamento è dal 6 all'8 dicembre con La notte degli alambicchi accesi a Santa Massenza di Vallelaghi. Uno spettacolo itinerante lungo il borgo che vanta la più alta concentrazione di distillerie a conduzione familiare d'Italia.
 
Per rimanere aggiornati sul programma delle #trentinowinefest, visita il sito www.tastetrentino.it/trentinowinefest e segui le pagine social dedicate su Facebook, Twitter e Instagram.
 
Veronica Elia
Marzo 2019 - Ornellaia, azienda agricola livornese di proprietà del gruppo Frescobaldi, ha ottenuto la sua prima stella Michelin per il ristorante aperto lo scorso aprile a Zurigo, in collaborazione con il suo importatore Bindella e lo chef Giuseppe D'Errico.
A Milano, nel frattempo, è stata presentata l'undicesima edizione della manifestazione Ornellaia Vendemmia d'Artista, con Shirin Neshat, artista americana di origine iraniana. La Neshat è stata chiamata ad interpretare l'annata 2016, personalizzando una serie di 111 bottiglie di grande formato e disegnando per loro un'etichetta speciale. 
Grazie alla manifestazione, l'azienda di Bolgheri è riuscita a raccogliere numerose donazioni per il restauro del patrimonio artistico internazionale: "è un grande piacere legare il progetto Vendemmia d'Artista ad una collaborazione a lungo termine con una istituzione nel mondo dell'arte come il Guggenheim Museum", afferma Giovanni Geddes da Filicaja, CEO di Ornellaia e Frescobaldi, il quale ha inoltre colto l'occasione per sottolineare il progresso dei vini italiani d'eccellenza nel corso degli ultimi dieci anni.
Un vero vanto per il Paese, soprattutto se si pensa che nello stesso periodo hanno invece perso quota i vini francesi e quelli australiani.
 
F. M.
 
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969