lunedì 20 maggio 2019
 
Home  >  News
 

19 nuovi siti Unesco: dalla Groenlandia all’Oman

Agosto/Settembre 2018 - Durante la 42esima sessione del World Heritage Committe, svoltasi nel Bahrain nel Golfo Persico, il Comitato Unesco ha incluso 19 nuovi siti nella sua lista (13 culturali, tre naturali e tre misti, ovvero sia naturali che culturali). La lista ora conta 1092 località o attrazioni in 167 Paesi.
Ecco i neo inseriti siti: l’area compresa tra Aasivissuit e Nipisat in Groenlandia (Danimarca); oasi di Al-Asha (Arabia Saudita); Qalhat (Oman); Hedeby e Danevirke (Germania); Medina Azahara (Spagna); Cattedrale di Naumburg (Germania); Sansa della Corea del Sud; siti archeologici Sasanidi (Iran); Thimlich Ohinga (Kenya); Mumbai neo gotica e art deco (India).
I tre siti naturali della lista sono: le montagne di Barberton Makhonjwa (Sudafrica); l’area tettonica della Chaîne des Puys e faglia delle Limagne (Francia): habitat originario della Mesoamerica (Messico). Infine, l’estensione della valle del fiume Bikin (Russia).
Il Comitato ha deciso di iscrivere, inoltre, i parchi nazionali del lago Turkana (Kenya) nella lista del Patrimonio mondiale in pericolo e ha rimosso il sistema della riserva naturale della Belize Barrier Reef (Belize) dall’elenco delle proprietà il cui valore universale risulta minacciato. A margine è stata presentata l’iniziativa Revive the Spirit of Mosu, lanciata a febbraio dall’Unesco per la ricostruzione della seconda città...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969