lunedì 20 maggio 2019
 
 

Ritorno a Cipro, alla scoperta di Paphos

Agosto/Settembre 2018 – Dopo tre anni dal primo viaggio a Cipro, torno a Paphos, Capitale Europea della Cultura 2017, per raccontarvi tutto ciò che ancora non vi ho detto di questa sorprendente isola.
Atterrati all’aeroporto di Larnaka, non avendo trovato voli diretti per Paphos nelle date preferite, e noleggiato la nostra auto con guida a sinistra, ci siamo subito diretti verso la destinazione prescelta.
Paphos ci accoglie, ormai all’ora di cena, con quell’atmosfera calda e ospitale, mai dimenticata dopo la precedente esperienza sull’isola. Decidiamo, così, di trovare un posto in cui mangiare e, casualmente, ci fermiamo in quella che sarebbe poi diventata la nostra taverna favorita nel corso della vacanza, The New Kings of Aphrodite. A rendere speciale questo ristorante, oltre agli ottimi piatti di carne e di pesce, i proprietari estremamente cordiali e i balli tipici greci e ciprioti, nei quali io stessa mi sono più volte lanciata, accompagnati da musica suonata dal vivo con il bouzouki, strumento greco a corde, simile al mandolino.
A differenza della prima visita, avvenuta nel mese di marzo, durante questo nuovo soggiorno, essendo ormai cominciata l’alta stagione, che qui si protrae da maggio fino a ottobre, è stato possibile godere appieno della vita balneare dell’isola.
Nel distretto di Paphos vantano il primato delle migliori spiagge Lara Beach, quasi del tutto priva di strutture turistiche per preservare il litorale sabbioso e le acque calme e pulite, ma soprattutto per tutelare la stazione...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n.236-01/06/12 - Direttore responsabile: Luca Mantegazza
© Giv sas edizioni, Milano - P.i. 04841380969